Tony Gentile

Tony Gentile ha iniziato la professione di fotoreporter nel 1989 a Palermo, la città dove è nato, collaborando con il Giornale di Sicilia e nello stesso tempo con l’agenzia fotografica Sintesi grazie alla quale, già dal 1989, ha pubblicato le sue fotografie sui maggiori quotidiani e magazine italiani e stranieri. L’inizio della sua carriera corrisponde con il tragico attacco della mafia allo stato che culmina negli attentati del 1992 e Tony racconta lucidamente quella guerra, senza mai distogliere lo sguardo dalla vita quotidiana della sua città e della sua gente. Fotografa le stragi, la forte reazione della parte sana della sua città che si ribella alla violenza mafiosa e quella dello Stato che culmina negli arresti dei più grossi capi di cosa nostra. Nel 2015 il lavoro di quegli anni è diventato un libro “La Guerra – una storia siciliana” che, a partire dalla foto più famosa che raffigura i due magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sorridenti e complici, racconta quei tragici anni tra cronaca, quotidianità e storia. Dal 1997 al 2003 si divide tra il lavoro di freelance, che lo porta a lavorare per le maggiori testate italiane e straniere, e la professione di docente di fotografia. Nel 2003 si trasferisce a Roma dove entra a far parte dello staff di Reuters per la quale lavorerà in giro per il mondo fino al 2019. Durante questi 16 anni ha coperto storie di attualità, sport e costume di carattere internazionale, fotografando 3 papi durante i loro viaggi apostolici in giro per il mondo ed importanti avvenimenti sportivi come due mondiali di calcio e 4 Olimpiadi. Oggi che ha lasciato il mondo frenetico del fotogiornalismo di attualità si dedica a progetti più lenti, sia fotografici che video-documentaristici. Partecipa ad incontri e workshop ed è in prima linea in un progetto di sensibilizzazione civile finalizzato alla necessaria modifica della legge sul diritto d’autore.

Ecco cosa faremo insieme

Durante la settimana che trascorreremo insieme avrete l'opportunità di conoscere Palermo accompagnati da chi questa città l'ha vissuta e fotografata intensamente anche nei momenti più bui della sua storia e vi introdurrò nel mondo della narrazione multimediale. Impareremo ad usare tecniche diverse per raccontare un luogo, le persone che lo abitano e le storie di chi ci vive da sempre o chi ci si è rifugiato. Realizzeremo video e audio interviste, imparando ad usare l'audio come filo conduttore della narrazione multimediale. Impareremo le basi del montaggio video e alla fine della settimana realizzeremo un breve racconto mettendo insieme still photo, audio e video che sintetizzino in maniera coerente e visivamente affascinante una determinata storia che avremo individuato.